DIVENTA TE STESSA

ANNAMARIA CARBONARO

COME RIPRENDERE IN MANO LA TUA VITA: LA CRISI DELLE CERTEZZE

Arriva sempre un momento della vita in cui si blocca tutto. In cui quello che c’era prima non c’è più, o non ha più senso. E tu ti senti persa, senza un punto di riferimento a cui aggrapparti, o un’idea su come riprendere in mano la tua vita. In questo articolo ti spiego come fare e ti svelo un segreto che non ti aspetti.

IL MOMENTO PIÙ BUIO

Partiamo da qui, perchè è qui che sei se stai leggendo questo articolo. La tua vita non va come dovrebbe e nemmeno tu ti senti un granché; magari è successo qualcosa di importante, di inaspettato o di temuto. Ad esempio come riprendere in mano la tua vita dopo un divorzio o un licenziamento. Oppure, più semplicemente, ti senti intrappolata nei pregiudizi, nelle abitudini quotidiane, nelle relazioni che hai, nel tuo lavoro. Cioè tutte quelle volte che il castello sicuro in cui era custodita la tua identità crolla; perchè chi sei è definito, la maggior parte delle volte, dai ruoli sociali che ricopri. Fai questa prova: presentati. È molto probabile che inizierai dicendo ” Sono Francesca, ho 35 anni, sono una maestra, sposata da 5 anni e madre di una bimba di due”.

Se rileggi con attenzione, con distacco, come se fosse un racconto cosa vedi? Anzi, chi vedi? Una lavoratrice, una madre, una moglie. Igor Sibaldi, teologo e filosofo, parla proprio di questa prospettiva completamente nuova nella considerazione del sé:

“Conosci te stesso”, dicevano gli antichi: e la vera autoconoscenza incomincia – secondo Igor Sibaldi – quando ci si accorge che in ognuno di noi vive un io molto più grande di quello che, nella vita quotidiana, riusciamo a esprimere…Ciò che lo nasconde ai nostri occhi sono i traumi, i condizionamenti che abbiamo subìto fin da bambini, le nostre obbedienze agli altri, la paura di lasciarci alle spalle ciò che per gli altri è “normalità”. Il LIBRO DELLA PERSONALITÀ, Sperling&Kupfer

Ecco, parlo di quello. Che è la vera base per riprendere in mano la tua vita: partire da chi sei davvero e da chi puoi ancora essere.Alla fine dell’articolo ti svelo 3 punti da cui puoi iniziare subito

NELLA MIA COMMUNITY TROVI TANTISSIME STORIE DI DONNE CHE CE L’HANNO FATTA. NON CI SEI ANCORA? VIENI A DARE UN’OCCHIATA

Donna in posa davanti ad un portone antico romano. Indossa abito lungo a fiori, un cappotto color cammello e un cappello marrone. Riprendere in mano la propria vita parte da chi sei veramente
Riprendere in mano la propria vita vuol dire avere il coraggio di guardare chi si è veramente

RIPRENDERSI LA VITA: LA CRISI DELLE CERTEZZE

Lo abbiamo pensato tutti, almeno una volta. Non necessariamente se accade qualcosa di grave; anche nella vita di tutti i giorni. A me è capitato soprattutto in un particolare periodo della mia vita:quando continuavo a fare un lavoro che non amavo più. Ogni giorno sembrava una gabbia, avevo la sensazione che qualcuno mi rubasse il tempo. Mi rubasse la vita. Avevo la netta sensazione che venissero pagate le ore della mia vita, il tempo che toglievo a me, non solo ( o non tanto) le mie competenze. E, aldilà dell’entità dello stipendio, mi chiedevo: ma la mia vita vale così poco? Perchè se ne passo la maggior parte a lavorare, bè io valgo molto di più.

Non credere che ci sia stato subito un lieto fine. Sì, poi mi sono licenziata e ripreso in mano la mia vita e ne ho fatto quello che più desideravo. Ma, all’inizio, vedevo solo un grande muro invalicabile. Un muro fatto di certezze. Perchè non sempre ci sentiamo soffocate da tragedie o difficoltà; se in questi casi è più lampante il bisogno, esiste chiaramente la possibilità che l’ostacolo sia bellissimo e dorato. Sia l’insieme di quelle sicurezze create con tanta fatica nella vita. Che, magari, sono andate benissimo in un certo periodo; o che te le sia fatte andare bene perchè era giusto così. Ma, ad un certo punto, una forza propulsiva comincia a battere dentro di te. Una sottile insoddisfazione quasi non giustificata da fatti, ma sentita chiaramente nello stomaco: riprendersi la vita.

NON SO COSA VOGLIO DALLA VITA

Questa frase, questo pensiero, questo sentimento (che è la versione più vera dentro di te) è estremamente vicina alla domanda “come riprendere in mano la tua vita?”. Perchè se non sai cosa vuoi veramente potresti perderti di nuovo in scelte appetibili per tutti, ma infelici per te. Mi spiego meglio, partendo da me anzi, continuando. Ti ho raccontato come ho cambiare lavoro è stato fondamentale per riprendere la mia vita in mano. Ma cos’è che mi bloccava così tanto? Continuavo a chiedermi: ma perchè anche se soffriamo tanto in una situazione, abbiamo difficoltà a mollarla?

La risposta è così semplice e così spaventosa alla stesso tempo…e risiede nel potere della mente. La tua mente, così come la mia e quella di tutta l’umanità, non solo è conservativa per protezione dai pericoli, ma è anche fortemente legata a due fattori: le memorie e le verità. Ecco perchè ti sembra di non sapere cosa vuoi veramente dalla vita: perchè non sei abituata a chiederlo solo a te stessa, ma sai esattamente cosa farebbero gli altri. Cosa è giusto. Dove hai sofferto in passato. Credi di conoscere la verità, ma non sai ancora che non è del tutto tua: è un racconto bene costruito e condiviso dalla maggior parte delle persone. E se lo fanno tutti, perchè tu non dovresti? O perchè rischiare di fare qualcosa di diverso e sconosciuto? La stessa base da cui si attiva la paura del giudizio, di cui ho affrontato in questo articolo

primo piano di donna con una siepe di gelsomini. indossa una maglietta bianca e delle collane multi filo color oro. se pensi che la tua vita fa schifo è il momento di cambiare.
Sai riconoscere di cosa hai bisogno per creare la vita che desideri

COME RICOMINCIARE DA ZERO NONOSTANTE IL PASSATO E IL FUTURO E RIPRENDERTI LA TUA VITA

Già perchè il segreto magico sta proprio lì, anzi qui. Qui dove sei adesso, nel buio, nel vuoto, nei dubbi: vedi tu quale opzione ti appartiene di più. Nonostante il passato e nonostante il futuro. Nonostante le grandi verità sociali che la vita ti ha insegnato; per questo prima ho voluto farti notare quanto siano pressanti i ruoli sociali che ricopri nella tua identità. Cosa sono le verità condivise? Sono tutte quelle convinzioni che hai sentito, che ti hanno insegnato e che vedi fare, o credi di vederlo, in tutte le altre persone che ti sembrano migliori/più realizzate di te. E ti assicuro che funzionano anche se non lo penseresti mai, anche se sei una donna emancipata, di grande cultura, esperienza, vita. Lo so perchè ci sono passata e perchè è oggetto di studio della psicologia del profondo e della comunicazione da molto tempo.

FACCIAMO UN ESEMPIO: APRIAMO UNA FINESTRA NUOVA NELLA TUA MENTE

Verità sociale condivisa: a 40 anni per una donna è difficilissimo rifarsi una vita. Se poi è una donna di 40 anni divorziata con figli capirai! Ma anche single: se non c’è riuscita fino ad ora; e il lavoro? A 40 anni sei già fuori dal mercato.

Sii onesta, quale volte l’hai pensato (di te o di qualcun’altra) o l’ha sentito dire di una tua amica, o l’ha detto tua madre di quella vicina che aveva appena divorziato. E anche se tu sai di non essere così, sai di sentirti una power girl, quelle parole ora che 40 anni ce li hai tu e vorresti riprendere in mano la tua vita, risuonano come bombe. Io lo so quanto tu sia intelligente e che mai lo diresti ad un’amica! Ma a te si, eccome. Perchè la tua mente ha il dovere di salvarti, e per farlo usa proprio gli strumenti che ha appreso durante la tua crescita: le credenze, le verità, tutto quello che è condiviso dal gruppo di appartenenza. Capisci bene che se adesso sentissi il bisogno di mollare tutto e rifarti una vita, magari divettando una nomade digitale in giro per il mondo non sarebbe il jet-lag a spaventarti e nemmeno la partita iva ( quelle sono solo scusa plausibili): sarebbe dover affrontare il peso del giudizio di tutta quella roba lì. Lo senti, adesso? Lo vedi che non riguarda direttamente te, ma che è una forma di apprendimento? Questo fa una differenza sostanziale.

donna piegata su un ginocchio, davanti un murales. indossa jeans chiari cropped e sneakers Adidas. i capelli scompigliati dal vento
Il potere della mente nelle decisioni è fondamentale per cambiare vita

SO CHE TUTTO QUESTO TI STA FACENDO FRULLARE UNA MAREA DI PENSIERI NELLA TESTA. È NORMALE ED È SANO.

COME RIPRENDERE IN MANO LA TUA VITA: RICOMINCIARE DA SE STESSI

A questo punto te lo posso dire, un modo c’è sempre. Anche se ti sembra così impossibile. Non è una formula, non è una frase motivazionale, non è una routine da fare tutte le mattine: è iniziare a guardare a te stessa e non al futuro pericoloso che ti aspetti ( anche se non lo dici). Per questo prima ti ho scritto “nonostante il passato e nonostante il futuro”. Perchè immaginare il futuro è emozionante solo se sei libera dai condizionamenti, altrimenti diventa un incubo. Sei pronta? Iniziamo.

1- Non sei destinata a risentire quello stesso dolore, a rifarti le stesse ferite. Fai un elenco delle paure che arrivano più forti all’idea di realizzare finalmente una vita nuova, a modo tuo. perchè il verbo ri-prendere prevede che tu non ne fossi il legittimo proprietario fino ad ora. Non iniziare con pensieri del tipo “siccome è andata così allora dovrò fare…”: saresti ancora inesorabilmente legata proprio a quella vita ormai passata. Scegli, piuttosto, una formula proattiva che sia curiosità ed esplorazione “adesso che non ho più niente da perdere posso finalmente dare…”

2- Chiarisci di cosa hai bisogno, davvero, per far felice te stessa. Adesso puoi, non hai legami e puoi trasformare il dramma in possibilità. Cosa vuoi fare che ti fa emozionare al solo pensiero? Potrebbe essere l’idea di iniziare un’attività in proprio, o prenderti qualche mese per viaggiare, o cercare una persona con cui sentirti te stessa. Come riprendere in mano la tua vita richiede che, prima di tutto, chiarisca a te stessa di cosa hai bisogno per essere felice.

Non rispondere a queste domande, in modo totalmente onesto, comporta un grande rischio: ri-perdere la tua vita. Perchè se la affiderai ancora al volere di qualcun’altro, ai bisogni di qualcun’altro prima dei tuoi, al giusto della società prima che al giusto per te il risultato sarà, di nuovo, sentirti persa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CIAO, IO SONO ANNAMARIA

Se vuoi scoprire di piu....

I MIEI ULTIMI ARTICOLI

prenota una consulenza

SOCIAL MEDIA:

ANNAMARIA CARBONARO

COOKIE POLICY

PRIVACY POLICY

Copyright 2021. All rights reserved.
Site by SCUOLA ITALIANA INFLUENCER