DIVENTA TE STESSA

ANNAMARIA CARBONARO

COME SCEGLIERE GLI ABITI GIUSTI DA TENERE: IL DECLUTTERING DELL’ARMADIO CHE NON CONOSCEVI

Non preoccuparti: non ti descriverò l’ennesimo metodo di decluttering. Anche perchè i principi base li conosci già, fosse solo perchè ne sono pieni i social e il web in generale. Ed è tutto molto bello, utile e replicabile: via le pulizie al cambio stagione. Ti parlerò del mio metodo di decluttering dell’armadio: come scegliere gli abiti giusti da tenere. Perchè il punto non è solo decidere se un abito “ti piace o no”, ma capire il perchè e scoprire cosa c’è dietro. E cosa comunichi attraverso i tuoi outfit. Altrimenti, quel perchè, te lo porterai anche al prossimo cambio stagione. E nel resto della vita.

COSA FARE UN BUON CAMBIO DI STAGIONE

Iniziare con un approfondito percorso di pulizia del guardaroba è cosa buona e giusta per vari motivi. Te ne avevo già iniziato a parlare in questo articolo, ma oggi scendiamo più in profondità e ti svelo una piccola parte del metodo DIVENTA TE STESSA che faccio utilizzare alle mie clienti. Sono sicura che ti aiuterà ad avere una visione nuova del tuo armadio. Cioè come fare un diverso decluttering dell’armadio: come scegliere gli abiti giusti da tenere. Vediamo i motivi migliori:

  • 1- Liberi spazio per i nuovi acquisti: li farai con meno sensi di colpa
  • 2- Puoi donare i capi inutilizzati e rendere felice qualcun’altro
  • 3- Il che ci porta al tema della sostenibilità: due piccioni con una fava
  • 4- PUOI FARTI DELLE DOMANDE SCOMODE E SCOPRIRE COSA COMUNICANO I TUOI ABITI DI TE. ANZI, SECONDO TE.
foto in primo piano di uno stand per abbigliamento in cui sono appese tre camicie e una giacca. La giacca è in panno e a scacchi. Impara come scegliere gli abiti giusti da tenere
decluttering dell’armadio: non solo abiti ma anche emozioni

IL TUO STILE DI ABBIGLIAMENTO: COME SCEGLIERE QUALI ABITI TENERE?

Tantissimo, e non solo in termini di stile. Sono sicura che le prime parole che ti sono venute in mente siano state età-ruolo sociale-lavoro-gusto. Perchè sai benissimo che questo è ciò che leggi quando guardi gli outfit degli altri; emetti, cioè, un giudizio basato non solo sul tuo gusto personale. Questo già è indicativo del fatto che dietro a frasi fatte come “vestirsi bene” c’è un mondo di immagini e credenze. Ma, oggi, come ti ho anticipato all’inizio di questo articolo voglio spiegarti una parte in più, una di quelle che non trovi facilmente in giro nel web. Come scegliere gli abiti giusti da tenere! Ed è una parte che ho messo a punto in questi anni di lavoro con il mio percorso DIVENTA TE STESSA.

Il tuo stile di abbigliamento, esattamente come le tue parole e i tuoi comportamenti relazionali, esprimono la relazione che hai con te stessa e, di conseguenza, quella che hai con gli altri e con il resto del mondo. Parlano delle tue credenze e della visione filtrata della realtà, di oggettivazione del corpo e ricerca di approvazione.

“Ma com’è possibile Annamaria?! Ho solo scelto una maglia piuttosto che un’altra!” starai pensando.

Non è esattamente così. Anche in questo caso il pensiero critico razionale ( Penman) rende automatiche le tue azioni nel rispetto di uno status quo in cui sei perfettamente in linea con le aspettative degli altri, forte del ricordo di memorie dolorose legate al rifiuto. E quanto è facile che la paura del giudizio e del rifiuto siano un terreno fertilissimo per la scelta di un abito? Chi di noi non ha mai pensato, almeno una volta ( anche di più…): ma dove vado in giro vestita così? Cosa penseranno? Tadaaa! Ecco svelato il primo mistero: i tuoi vestiti comunicano molto più di quello che credi e molto di più del tuo colore preferito. Non è solo una scelta di stile; il decluttering dell’armadio ti aiuta a capire come comunicare con i vestiti.

DECLUTTERING DELL’ARMADIO E DEGLI ATTEGGIAMENTI MENTALI

COME SCEGLIERE GLI ABITI GIUSTI DA TENERE

Come ti spiegavo, la scelta di cosa tenere o meno nel tuo guardaroba è mossa dai tuoi atteggiamenti mentali e dalle paure relazionali: sono gli stessi che ti impediscono di dire sempre quello che pensi al lavoro, o quello che senti quando sei in famiglia, o di esprimere disaccordo tra i tuoi amici. Gli stessi. Perchè per la mente non c’è una reale differenza tra la paura di essere giudicati e rifiutati se parliamo chiaramente o indossiamo quell’abito riservato ad un certo tipo di corpo conforme. Ti avvicini al territorio del “non giusto”, di quello che “non fanno tutti” ed è un territorio pericolosissimo…dove non sai quello che potrebbe accadere ma hai già il trailer di un finale catastrofico in cui nessuno vorrà avere più a che fare con te.

Ma questo è estremamente limitante: limita l’espressione di te stessa e dei tuoi bisogni. Ed è proprio qui che ti voglio portare. Questo articolo sarà pieno di suggerimenti e piccoli esercizi da iniziare a fare per avere, un punto di vista diverso, quando osservi il tuo guardaroba e fai decluttering dell’armadio per imparare come scegliere gli abiti giusti da tenere.

Scomode, intendiamoci. Qui non ti chiedo se quel vestito ti dà gioia o meno, o da quanti anni non lo metti; non perchè non serva, anzi! Ma perchè dobbiamo fare uno step successivo. Iniziamo con le domande che scoprono le parti fragili. Partiamo dall’assunto che tu tenga un abito, o maglia o pantaloni perchè ti senti a tuo agio. E un altro che non sai se donare perchè non lo metti mai. Veniamo alle MIE domande: non dimenticare di prendere appunti!

DEFINISCI IL TUO STILE E COME SCEGLIERE GLI ABITI GIUSTI PER TE

1- PERCHÈ TI FA SENTIRE A TUO AGIO? IN CHE SENSO? O PERCHÈ NON LO INDOSSI MAI?

Attenzione! Dire “perchè mi piace, perchè è bello” non basta. Non a me, e non a te se vuoi scoprire cosa comunica il tuo guardaroba di te stessa. Ti aiuto a capire a che livello dobbiamo arrivare, insieme; perchè io sono qui per questo, per aiutarti. Facciamo un esempio: hai quell’abito nero e morbido, che ti fa sentire al sicuro ogni volta che lo metti, ma in che senso? Nel senso che non fa vedere quella pancetta che, nonostante diete e addominali, non è mai andata vita. O copre i fianchi morbidi che hai da quando sei piccola. Quel sentirti a tuo agio, è non sentire la paura di non piacere con un vestito che ti scopre di più. È sentirti a tuo agio perchè sai che glia altri ti riconosceranno nel tuo ruolo di donna non perfetta che non può mostrarsi: non te lo meriti. La stessa cosa vale per quei pantaloni bianchi che stanno li a guardarti da anni: perché non li metti? Forse perchè il bianco ingrassa? O perchè saresti troppo appariscente e non hai più l’eta? E passiamo a quella maglietta scollata, sì proprio quella. Provocante? Libertina? Una che ci sta? Quali sensazioni arrivano alla tua pancia quando la vedi? Perchè sono quelle la tua vera bussola, non il pensiero che ti tranquillizza con giustificazioni socialmente accettabili tipo ” a 40 anni non puoi, fattene una ragione”.

Passiamo alla seconda domanda

2- COSA COMUNICANO DI TE QUEI VESTITI CHE HAI DECISO DI TENERE?

Alla luce delle domande di cui sopra, apri il guardaroba e osserva come se non fosse il tuo: di chi parla? Sii onesta, mi raccomando. Magari parla di una donna che, tra lavoro famiglia figli ha dimenticato la sua sensualità…anche se le piaceva tanto. Oppure di una donna che è costretta a vestirsi con “certi” abiti perchè ha un ruolo sociale, e tutti la riconoscono in quel ruolo, specie in famiglia; una donna che vorrebbe osare ma che sa quanti giudizi e commenti arriverebbero e proprio non se la sente di affrontarli. Che guarda altre donne che le sembrano belle e sicure, mentre lei sa che non ce la farà mai. O che nasconde molte parti del corpo che non sono più quelle di una volta o che non sono mai state come gli standard vorrebbero, e che per questo ha sofferto: come potrebbe voler soffrire ancora? Meglio fare come tutti suggeriscono, come tutti fanno.

In queste due domande si racchiude la tua identità nascosta; e sono esercizi che ti permettono di fare una selezione in più. Inizia cioè a vedere il decluttering dell’armadio come un modo per comunicare con i tuoi vestiti.

foto di donna a tre quarti. Indossa occhiali tondi e lenti gialle, una camicia a righe bianche blu e una giacca casual marrone. Guarda in basso. impara come scegliere gli abiti giusti da tenere
Le domande giuste per il decluttering riguardano lo stile di abbigliamento che vuoi comunicare

IL SEGRETO PER IL TUO STILE: ELIMINA QUELLO CHE TI PUNISCE E CHE NON TI RAPPRESENTA PIÙ

Il decluttering dell’armadio che ti insegna come scegliere gli abiti giusti da tenere

Le domande che hai letto non sono facili, lo so, ma sono semplici. Così tanto che non te le fai nemmeno più. Come sempre, sono le cose più semplici quelle che ti riconnettono con chi sei e con il tuo sentire ed è lì che si cela la tua identità. La stessa che puoi comunicare, in tutte le sue sfaccettature, attraverso i vestiti. Gli esercizi che ti ho fatto fare hanno uno scopo ben preciso: aiutarti nel declutterig dell’armadio per eliminare quello che ti mortifica e non ti rappresenta. Oppure che sta lì a ricordarti quanto sei incapace e sbagliata; ad esempio quando tieni quei pantaloni di due taglie in meno come “stimolo” per metterti a dieta e, invece, ti aiutano solo a sentirti in colpa e frustrata. Liberati di tutto questo o, per lo meno, toglilo dalla vista in un primo step ( nel secondo li darai via, ma facciamo un passo alla volta). È così che si impara come scegliere gli abiti giusti da tenere.

Il declutterng dell’armadio deve servire anche a questo: a liberare la tua mente e il tuo animo dal peso dei giudizi. Lo stesso peso che si trasforma in abiti che mortificano il tuo corpo a favore dell’appagamento del senso di appartenenza e della paura del rifiuto. Questa è la vera base della costruzione di un guardaroba identitario e dell’espressione della tua libertà di scelta. Ho creato un mini percorso che parla proprio di questo: NESSUNO MI PUO’ GIUDICARE, che trovi qui.

Ti assicuro che è possibile farlo e che sbloccare quell’atteggiamento mentale ne sblocca a catena , molti altri. È un vero e proprio esercizio di assertività attraverso il corpo e l’outfit. È DECIDERE QUALE STILE DI ABBIGLIAMENTO PARLA DI CHI SEI.

Fammi sapere nei commenti se hai provato a farti queste domane e com’è andata. E ricorda che puoi iscriverti al mio corso quando vuoi e quando ti sentirai pronta.

Ti abbraccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CIAO, IO SONO ANNAMARIA

Se vuoi scoprire di piu....

I MIEI ULTIMI ARTICOLI

prenota una consulenza

SOCIAL MEDIA:

ANNAMARIA CARBONARO

COOKIE POLICY

PRIVACY POLICY

Copyright 2021. All rights reserved.
Site by SCUOLA ITALIANA INFLUENCER